Salute e Benessere | CAMBIO DI STAGIONE: CONSIGLI PRATICI PER UN AUTUNNO IN FORMA

Settembre 21, 2020
Zucche-james-wheeler_w.jpg
Salute e Benessere | CAMBIO DI STAGIONE: CONSIGLI PRATICI PER UN AUTUNNO IN FORMA

Se in queste settimane hai notato fame nervosa, voglia di dolce, irrequietudine, mancanza di capacità logica, perdita di focus, ansia, disturbi digestivi, debolezza, stanchezza, raffreddore, candida o altre manifestazioni infettive … è il momento di cambiare qualcosa nelle abitudini quotidiane!
E’ adesso che decidiamo come sarà il nostro autunno e come vivremo la stagione fredda.

Nonostante in queste settimane ci sia ancora molto caldo (in effetti insolito per essere settembre) e le temperature ci diano l’impressione di essere a luglio, in realtà non siamo più in estate … dobbiamo farcene una ragione!
Se il nostro corpo ci dà manifestazioni di disagio è proprio questo che ci vuole suggerire.

Infatti, in questo periodo della Quinta Stagione o Tarda Estate (che non più estate ma non ancora autunno, come illustrato in questo articolo), governato dall’Energia Terra, si avvia un movimento di raccolta e chiusura, ovvero Yang opposto all’espansione dell’Estate Yin.
Per restare in armonia ed equilibrio con l’ambiente è quindi necessario adeguarci e lo possiamo fare attraverso la nostra alimentazione.

Il cibo prezioso alleato di transizione e cambiamento

Il cibo costruisce il nostro sangue, le cellule, i tessuti, forma il nostro ambiente interno, ma richiede un po’ di tempo. Quindi se pensiamo di adeguare la nostra alimentazione quando farà freddo sarà un po’ tardi, meglio farlo ora, anzi meglio ancora se abbiamo già iniziato a farlo!

Per fare un esempio chiarificatore, in estate gli alberi sono ricchi di linfa e si ricoprono di foglie, creano un ambiente umido e ombreggiato per mantenere il fresco. In inverno, per sopravvivere al gelo, devono mantenere la linfa protetta al loro interno, creare un ambiente più asciutto, perciò perdono il liquido che lo raffredda e quindi le foglie.

Lo stesso facciamo noi, in estate cerchiamo e consumiamo più spesso alimenti che rinfrescano, che creano umidità, disperdono e allontanano l’eccesso di calore. Ma se con l’abbassamento della temperatura e il cambio di stagione il nostro ambiente interno ha ancora un eccesso di fresco e umidità, il nostro corpo metterà in atto dei meccanismi per eliminare questo eccesso per trovare un nuovo equilibrio. I primi raffreddori e malanni, proprio quelli di mezza stagione, sono causati dall’umidità in eccesso, che il nostro corpo cerca di fare uscire, soprattutto con il muco. Se assecondiamo questo processo di eliminazione il nostro corpo presto troverà una nuova condizione di stabilità ma se persistiamo con abitudini non adatte e non favoriamo l’uscita di muco, umidità e freddo, un semplice raffreddore stagionale (che ci può stare) si trascinerà generando ulteriori disagi.

Quindi fare in modo di “asciugarci” dall’umidità accumulata durante l’estate (che è stata utile per affrontare il gran caldo) ci aiuterà a mantenerci in salute con l’arrivo del freddo.

Il raffreddore è solo un esempio dei fastidi che possiamo manifestare in questo periodo; infatti si possono acuire difficoltà digestive, oppure ci possiamo sentire stanchi, confusi, ansiosi, essere presi da fame nervosa o pensieri ossessivi. Questi disagi sono collegati a milza-pancreas e stomaco, gli organi legati al movimento Terra e quindi più sollecitati nel periodo della Tarda Estate (per approfondire clicca qui) e sono anche questi indicazione del bisogno di un cambiamento per ritrovare armonia.

Quali sono i cibi a cui prestare attenzione e di cui diminuire il consumo?
  • Gelati, yogurt, latticini – in primis
  • Frutta cruda, soprattutto se tropicale come ananas, mango, banane, molto dolce e succosa
  • Bevande dolci compresi estratti, frullati – anche se “naturali” – spesso sono a base di frutta.
  • Olio crudo compreso avocado e bevande vegetali (spesso addizionate con olio)
  • Insalate e cibi crudi in generale
  • Prodotti con farina raffinate
  • Dolci troppo dolci: ricchi di fruttosio, industriali, raffinati
  • Alcolici
Perché sono così critici

Questi sono alimenti con effetto Yin, ovvero dispersivo, espansivo (anche sulla mente).

Se da una parte rinfrescano e creano umidità (utile d’estate), dall’altra portano a produrre muco, stagnazione di liquidi, edema, ovvero vanno a indebolire milza, sistema linfatico e di conseguenza anche il sistema immunitario (manifestazioni cutanee, come psoriasi, oppure candidosi si possono acuire in questo periodo).

Inoltre, raffreddano il fuoco digestivo, richiedendo un maggiore lavoro da parte di stomaco e milza per la digestione, cosa che a lungo andare può indebolire questi organi.

Siccome occorre un po’ di tempo al nostro corpo per eliminare gli effetti di questi cibi, è bene iniziare a limitarli già da adesso, soprattutto quelli più estremi, come gelati, yogurt e latticini.

L’energia Terra è nutrita dal sapore dolce, il dolce naturale tonifica e dà forma ai suoi organi. Tuttavia un eccesso di dolci indebolisce (una delle manifestazioni più comuni di indebolimento del pancreas è appunto il diabete) e può portare ad una alimentazione disordinata, governata da voglie compulsive.

Un altro fattore che indebolisce l’energia Terra e i suoi organi è la scarsa attività fisica, lo stare troppo seduti, che porta a flaccidità e perdita di tono muscolare (carattere che indica un indebolimento della terra)!
Questo aspetto è strettamente legato a milza e sistema linfatico, un sistema di vasi ramificato, che scorre lungo tutto il nostro ma più superficiale rispetto al sistema di vasi sanguigni. Il sistema di vasi linfatici raccoglie l’eccesso di liquidi interstiziali tra le cellule, drena tossine e patogeni per essere eliminati, trasporta linfociti e contribuisce ai meccanismi di difesa, svolge compiti vitali di nutrizione. Tuttavia, non dispone di una pompa come il sistema circolatorio, per cui è importante il movimento fisico per un efficiente flusso della linfa ed evitare stagnazione e gonfiori,.

Gli alimenti preferiti 💜

Gli alimenti preziosi nel cambio di stagione, che nutrono e rafforzano l’energia Terra e quindi milza-pancreas e stomaco sono tanti, deliziosi e colorati, soprattutto se li abbiniamo a speciali stili di cottura.

  • Per iniziare, a prescindere da consigli specifici, il primo passo è sempre basare l’alimentazione quotidiana su cereali integrali preferibilmente in chicco, legumi, verdure di stagione, creando grande varietà di alimenti e stili cottura.
  • Tra i cereali sono particolarmente indicati:
    • Miglio: asciuga, aiuta a eliminare l’umidità, inoltre che è l’unico cereale che non acidifica durante la sua digestione e assimilazione quindi ottimo per lo stomaco e per difficoltà digestive.
    • Riso integrale: strizza, contribuisce a rimuovere eccessi di liquido, nutre il polmone ed è un naturale antinfiammatorio
    • Grano saraceno: drena e sostiene funzione dei reni.
  • Tra le verdure preferire le verdure dolci – zucca, carota, cipolla, cavolo cappuccio, batata
  • Tra i legumi ottimi ceci, lenticchie e azuki.
  • Utilizzare lunghe cotture, con poca acqua, per ottenere una consistenza cremosa ed enfatizzare la dolcezza delle verdure: nishime, nitukè, stufatura, cottura a vapore.
  • Masticare a lungo, una regola valida sempre, perché con la masticazione si agevola la digestione e si apprezza la dolcezza naturale dei cereali (la ptialina della saliva digerisce parzialmente gli amidi in zuccheri semplici).
  • Anche la frutta è un alimento naturalmente dolce, ma prepariamola cotta con kuzu, scegliendo quella agrodolce
  • Ogni tanto aggiungiamo un pizzico di alga Arame alle ricette, è un’alga che ha un effetto diretto sull’energia terra, dal sapore delicato e dolciastro.
  • Usiamo il sapore agrodolce per preparare le pietanze in questo modo tonifichiamo milza (dolce) e nutriamo il fegato (acido)
  • Usiamo il Gomasio, condimento molto tonificante ed equilibrato.
  • Il brodo di verdure dolci (clicca qui la ricetta) è un decotto specifico per rafforzare e nutrire l’energia Terra e i suoi organi, quindi molto adatto per accompagnarci nel cambio di stagione per minimizzare alcuni fastidi come ansia, fame disordinata, tensione, voglia di dolce. (vedi ricetta)
Altre pratiche per accompagnare il cambio di stagione e nutrire l’energia Terra     
  • Praticare attività fisica moderata e armoniosa, semplicemente camminare o ballare, respirando profondamente con diaframma, almeno 30 minuti ogni giorno, anche dopo i pasti  ⇒ Stimola il sistema linfatico e digestivo
  • Coltivare pensieri positivi e gratitudine ⇒ Ogni giorno, ognuno di noi ha qualcosa di cui essere grato … basta farci caso! 
  • Camminare a piedi nudi, sia fuori che in casa, stare all’aria aperta a contatto con il terreno ⇒ Per ritrovare fisicamente il senso di radicamento
  • Respirare profondamente, gonfiando e sgonfiando addome, riempiendo e svuotando cassa toracica, aiuta a mantenere la relazione tra milza e polmone.
  • Pediluvio con acqua calda, sale e zenzero ⇒ Rilassa partendo dai meridiani
  • Frizioni del corpo con panno inumidito di acqua calda (zenzero) ⇒ Stimola il sistema linfatico
Qualche suggerimento per il menù:
  • Colazione
    Crema di riso e miglio con albicocche secche, mix di semi – zucca, girasole, mandorle, noci-, cannella, mela fresca a pezzetti (o frutti di bosco); Bevanda: Tè Kukicha o caffè yannoh o caffè di cicoria
  • Pranzo
    Miglio e zucca con salsa miso thain
    Foglie verdi con salsa agrodolce
    Ceci con cipolla e arame
    Cavolo cappuccio fermentato (crauti)
  • Cena
    Vellutata di zucchine e lenticchie rosse con gomasio
    Carote con sesamo e zenzero
    Daikon e zucca stufati (Nishime) con shiro-miso e malto

Altri piatti:
Miglio  e cavolfiore
Azuki-zucca-kombu
Zucca al forno
Nishime di zucca, cipolle, cavolo cappuccio
Riso alla zucca
Vellutata di zucca
Vellutata di azuki e cavolfiore
Frutta cotta con kuzu
Torta di miglio con mele al kuzu

In conclusione

Per accompagnare il cambio di stagione e di polarità (da espansione a chiusura, da Yin a Yang) senza scossoni in 3 semplici passi:

    1. Ridurre i cibi che creano ristagno umidità e che causano debolezza
    2. Quotidianamente attuare una alimentazione molto variegata, composta da cibi che nutrono e tonificano milza-pancreas e stomaco, usare cotture più lunghe, ridurre il cibo crudo.
    3. Introdurre pratiche che aiutano ad armonizzare corpo e mente e aiutano l’energia a fluire senza ristagni.

Ti auguro buon cambio di stagione … e se hai voglia raccontami come lo stai vivendo. 😊

A presto!

Maura 

(Foto di James Wheeler | Pexels)


| SCRIVIMI | maura@maurabozzali.it

| PER APPROFONDIRE | 1. L’ESTATE STA FINENDO: LA QUINTA STAGIONE | 2. Estate che ha dato il suo profumo ad ogni fiore e l’Energia Fuoco | 3. L’ENERGIA DELL’ESTATE. ARMONIA E VITALITÀ PER CUORE E INTESTINO TENUE

| VUOI SAPERNE DI PIÙ? |  1. RATATUJA con tante ricette sane, golose e naturali | 2. CONSULENZA ALIMENTARE NATURALE PERSONALIZZATA

Per scoprire tutte le novità e rimanere aggiornato seguimi anche sui miei canali ufficiali: RatatujaFacebook e Instagram.

MAURA BOZZALI

info@maurabozzali.it
Biologo iscritto a Ordine Nazionale Biologi N. AA_078097.
Operatore Olistico iscritto all’Associazione di categoria professionale SIAF Italia codice n° LO2061-OP. Professionista disciplinato ai sensi della Legge 4/2013.

 

Disclaimer

Le informazioni pubblicate in questo sito da Maura Bozzali non sostituiscono in alcun modo i consigli, il parere, la visita, la prescrizione del proprio medico.

Privacy Policy
Cookie Policy

Credits

Sito progettato e realizzato da
WEBATTITUDE | Milano

Grafica Immagine coordinata
Marco Linati per Maura Bozzali